LA POESIA CHE SI VEDE - Concorso Internazionale di Videopoesia (2)

LA POESIA CHE SI VEDE - International Competition for Poetry Films



Scadenze

19 mar 2022
Inizio delle iscrizioni

18 mag 2022
Festival chiuso

11 giu 2022
Data della notifica

20 giu 2022
27 giu 2022

Indirizzo

Banchina Giovanni da Chio, 28,  60121, Ancona, Ancona, Italy


Descrizione del Festival
Videopoesia
Festival del cortometraggio 20'<


Requisiti del Festival
 Festival del cinema
 Finzione
 Documentario
 Animazione
 Fantastico
 Terrore
 Sperimentale
 Music Video
 Altro
 Qualsiasi genere
 Qualsiasi tema
 Ha tasse d'iscrizione
 Festival Internazionale
 Posizione fisica
 gennaio 2018
 Paesi di produzione: Qualsiasi
 Paesi dove sono state fatte le riprese: Qualsiasi
 Nazionalità del direttore: Qualsiasi
 Film debuttanti 
 Progetti di scuola 
 Cortometraggi  20'<
 Qualsiasi lingua
 Qualsiasi lingua
Condividi sui social network
 Facebook 
 Tweet




Photo of LA POESIA CHE SI VEDE - Concorso Internazionale di Videopoesia
Photo of LA POESIA CHE SI VEDE - Concorso Internazionale di Videopoesia
Photo of LA POESIA CHE SI VEDE - Concorso Internazionale di Videopoesia
Photo of LA POESIA CHE SI VEDE - Concorso Internazionale di Videopoesia

Italian
English


Inizio del Festival: 20 giugno 2022      Festival si chiude: 27 giugno 2022

La Poesia che si vede è un concorso internazionale di videopoesia con sede ad Ancona, organizzato dall’Associazione Nie Wiem. È una derivazione del festival di poesia La Punta della Lingua e del festival di cinema Corto Dorico

La Poesia Che Si Vede si propone di esplorare il mondo della videopoesia e i/le suoi/e autori/trici. Il concorso ha come missione la sfida di ricercare, promuovere e sostenere nuovi sguardi, poetiche, visioni. La videopoesia è una forma di ibridazione artistica tra cinema, musica e poesia, tra linguaggio audiovisivo, musicale e poetico. Un'opera è una videopoesia se è presente un testo poetico che può essere animato in vario modo (testo cinetico); recitato con o senza accompagnamento musicale con la voce giustapposta a immagini che scorrono (testo sonoro); giustapposto sullo schermo alle immagini catturate o trovate (testo visuale); elaborato con tecniche digitali (cin[e]poesia); performato con il corpo del poeta che appare sullo schermo (performance).
La videopoesia per La Poesia Che Si Vede è poesia totale, senza discriminazioni di genere o formato.

Il Premio Franco Scataglini, dedicato non casualmente al poeta che nel secolo scorso ha saputo proiettare Ancona al centro del mondo della poesia italiana per capacità formale e visionaria non disgiunta dall’attenzione alla pittura, sarà conferito da una giuria di esperti di cinema e poesia.

Tra tutte le opere di videopoesia pervenute, il comitato artistico selezionerà un ristretto numero di film finalisti che saranno presentati in una serata dedicata alla rassegna, prevista per la seconda metà di Giugno 2022 e programmata all’interno del festival La Punta della Lingua 2022, e conferirà il Premio Franco Scataglini per la migliore videopoesia. Il premio dell’edizione 2022 sarà di €500.

Il vincitore del premio sarà rivelato pubblicamente dopo la proiezione dei lavori finalisti. La presenza del/della vincitore/trice o di persona nominata a rappresentarlo, compatibilmente con le possibilità di spostarsi dal proprio Paese / dalla propria regione in vigore in quella data, è altamente consigliata per la ricezione del premio.

Sarà inoltre assegnato il Premio del Pubblico, votato dagli spettatori presenti in sala.

CONDIZIONI PER LA PARTECIPAZIONE

1) Ogni autore potrà concorrere con un massimo di due opere.

2) Sono ammesse al concorso opere in qualsiasi lingua. Per le opere in lingua diversa dall’italiano, sarà necessario fornire i relativi sottotitoli italiani e/o inglesi, tramite file .srt /.rtf /.txt /.sub oppure sovraimpressi sul video dell’opera.

3) Le opere ammesse al concorso dovranno possedere i seguenti requisiti per non risultare escluse:

a) avere durata non superiore a 20' compresi i titoli;

b) essere state completate dopo il 1° gennaio 2018;

c) non essere state selezionate come finaliste in edizioni precedenti del concorso;

d) non costituire filmati pubblicitari o industriali.

In caso di esclusione dal concorso per il mancato rispetto dei requisiti a), b), e c) la quota di iscrizione di cui al successivo art. 4 non verrà rimborsata.

La partecipazione al concorso richiede una quota di iscrizione di € 8 (otto Euro/00). La quota permette l’invio fino a 2 (due) videopoesie e non varia qualora si decida di inviare un solo lavoro. Qualora ad inviare la/le videopoesie sia un produttore e/o distributore, questi sarà tenuto a versare tante quote quante sono le opere iscritte, qualora siano ciascuna di autori differenti.
Nel caso il produttore e/o distributore iscrivesse più lavori dello stesso autore (rispettando il limite massimo di due opere per ogni singolo autore) potrà avvalersi del versamento di una sola quota per coppia di film.

Le iscrizioni devono essere ultimate entro e non oltre le ore 24.00 del 16 maggio 2022
All’atto dell’iscrizione si raccomanda la compilazione di tutti i campi previsti nella scheda (dati anagrafici, contatti, bio, sinossi, foto film, foto sia del poeta sia del regista).

Formati accettati: mp4 / Quicktime Apple ProRes HQ / H264. Risoluzione: 1920 x 1080 pixel oppure 2048x1080

Per qualsiasi richiesta di ulteriori informazioni o chiarimenti, si può far riferimento al seguente indirizzo mail: lapoesiachesivede@lapuntadellalingua.it

NORME GENERALI

a. Non saranno prese in considerazione opere pervenute incomplete o illeggibili.

b. Il firmatario dell’iscrizione dichiara di essere titolare di tutti i diritti di utilizzazione dell’opera e di ogni suo componente; assicura che i contenuti della stessa sono nella sua disponibilità e non violano le leggi o i regolamenti vigenti o i diritti dei terzi e in particolare il diritto d’autore, il diritto all’immagine, i segni distintivi e i brevetti per invenzioni industriali; assicura e dichiara, inoltre, che l’opera non presenta contenuti a carattere diffamatorio. In ogni caso il partecipante manleva l’organizzazione da tutte le perdite, danni, responsabilità, costi, oneri e spese di qualsivoglia natura che dovessero essere sostenute a causa del contenuto dell’opera e della sua proiezione in pubblico.

c. Le opere iscritte non verranno restituite e costituiranno parte del patrimonio dell’archivio dell’Organizzazione del Festival. Esse potranno essere mostrate per scopi culturali e didattici senza fini di lucro. L’Organizzazione si riserva il diritto di utilizzare il materiale pervenuto per eventuali successive manifestazioni con l’obbligo di citare la fonte ed informarne preventivamente gli autori o i detentori dei diritti.

d. Il pagamento dei premi avverrà a 90/120 giorni dalla conclusione della manifestazione.

  

 
  

Scopri grandi film & festival in un click

Registrati
Login